Vuoi farti leggere i tarocchi di Osho?

Osho

Chandra Mohan Jain "Osho"

Chi è Osho Rajneesh?

Il suo nome di battesimo era Chandra Mohan Jain, negli anni ottanta prese il nome di Osho che significa “oceanico”. Filosofo, maestro spirituale e guru di originine indiana acquisì subito rilevanza internazionale per il suo carisma.

I suoi insegnamenti enfatizzavano l’importanza della meditazione, della consapevolezza, dell’amore e della creatività. Fu un forte critico delle religioni confinandoli come sistemi basati sulla superstizione.

L’insegnamento che Osho voleva dare con il suo modo di vivere meditando era quello di vivere la vita con naturalezza e percorcorrerla con la massima presenza di sè in tutti gli atti della vita quotidiana.

 

 

I tarocchi di Osho

cartomante-cartomanzia-osho

I tarocchi Osho hanno la caratteristica di mettere al centro il proprio presente, e grazie alla nostra interpretazione professionale
si legge il futuro. Questa divinazione si basa sulla saggezza dello Zen, secondo il quale tutti gli eventi del mondo riflettono il nostro modo
di pensare e i nostri pensieri.  Ecco che consultare i tarocchi nei momenti in cui ci sentiamo offuscati, può aiutare a concentrarci sul mondo esteriore provando a comprendere cosa accade nel nostro essere.

Le immagini impresse sui tarocchi Osho hanno rappresentazioni di stile moderno e contemporaneo, e sostituiscono la visione medievale della predizione del futuro
impostata dai classici tarocchi.

Il mazzo è composto da 79 carte e noi leggiamo e interpretiamo le carte che la sorte ti affiderà ormai senza consultare il libro tramandato da Osho contenente i suoi discorsi. Siamo specializzati nell’interpretazione corretta
visto che da oltre 15 anni ci occupiamo solo ed esclusivamente di studiare la filosofia di Osho.

 

Vuoi farti leggere i tarocchi di Osho subito?

Se hai bisogno di consultare i tarocchi di Osho, chiedici pure un consulto, saremo liete di ascoltare le tue domande,  le tue incertezze e darti l’interpretazione di cosa dicono i tarocchi di Osho. Come dicevamo prima l’esperienza è fondamentale per dare il giusto consulto e la corretta interpretazione, riceviamo tante telefonate e siamo solo in tre specializzate in tarocchi di Osho, da oltre 15 anni abbiamo dedicato la nostra vita a seguire le orme e la filosofia di Osho. Se vuoi contattarci prova subito a prendere la linea e speriamo di conoscerci presto.  I tarocchi vengono usati anche per predirre il futuro in amore e da alcuni vengono chiamati “tarocchi amore“, inoltre i cartomanti che leggono i tarocchi gratis, i tarocchi online usano spesso i tarocchi di osho. La lettura tarocchi gratis ma soprattutto la lettura tarocchi gratis amore sono le richieste che attulmente ricevono i cartomanti dai propri clienti, questo denota una grande sofferenza d’amore e una necessità di farsi leggere i tarocchi di osho per scoprire il futuro.

Di seguito trovi il numero da comporre, le modalità di accesso al consulto ed i costi.

 

Lavoro: 899.54.55.43

Futuro: 899.54.55.44

Amore: 899.54.55.49

Rete fissa 0,12€ scatto risposta + 0,60€ minuto
Tim 0,15 € scatto risposta + 0,92 € minuto
Vodafone 0,15 € scatto risposta + 0,92 € minuto
Wind 0,15 € scatto risposta + 0,96 € minuto
H3G 0,18 € scatto risposta + 1,20 € minuto
Durata massima della chiamata fino ad un importo di 15,00 € iva inclusa
0516808641 tariffa urbana secondo operatore

Preferisci acquistare minuti in modalità prepagata con carta di credito? Ecco il numero di seguito:

carta di credito

(+39)06.890.838.72

€ 0,60/min iva inclusa

 

 

CONDIZIONI NUMERAZIONI A VALORE AGGIUNTO
Ascolta sempre con attenzione il messaggio iniziale gratuito, tutti i cartomanti che rispondono
sono maggiorenni e possono effettuare esclusivamente consulti di cartomanzia.
899 e un servizio di cartomanzia dal vivo vietato ai minori di anni 18
Tariffe 8995455xx -
Rete fissa euro 0,12 scatto risposta + euro 0,60 minuto
Tim euro 0,15 scatto risposta + euro 0,92 minuto
Vodafone euro 0,15 scatto risposta + euro 0,92 minuto
Wind euro 0,15 scatto risposta + euro 0,96 minuto
H3G euro 0,18 scatto risposta + euro 1,20 minuto
Durata massima della chiamata fino ad un importo di euro 15,00 iva inclusa
06.xxxxx tariffa urbana secondo operatore
servizio offerto da: Red Diamond  P.iva 03209540545

 

La Voce Interiore

voceSe hai trovato la verità dentro di te non c’è null’altro, in questa intera esistenza, da trovare. La verità opera attraverso di te. Quando apri gli occhi, è la verità che apre i suoi occhi. Quando li chiudi, è la verità che chiude i suoi occhi. Questa è una meditazione potentissima. Se riesci a comprendere questo semplice espediente, non devi fare nulla: qualsiasi cosa farai viene fatta dalla verità. Cammini, è la verità; dormi, è la verità che riposa; parli, è la verità che parla; sei in silenzio, è la verità che è in silenzio. È una delle tecniche di meditazione più semplici. Pian piano si acquieta grazie a questa formula elementare, e alla fine la tecnica non è più necessaria. Quando sei guarito, getti via la meditazione, getti via la medicina. A quel punto vivi in quanto verità vivo, radiante, appagato, estatico, un vero e proprio inno alla vita. Tutta la tua esistenza diventa una preghiera non espressa a parole; oppure, è meglio dire una devozione, una grazia, una bellezza che non appartiene al nostro mondo terreno, un raggio di luce che proviene dall’aldilà e si irradia nell’oscurità del nostro mondo.

Commento: La Voce Interiore non parla usando parole bensì il linguaggio senza parole del cuore. e simile a un oracolo che dice solo la verità. Se avesse un volto, assomiglierebbe a quello che vedi al centro di questa carta: attento, presente, all’erta, e in grado di accettare sia l’oscurità che la luce, simbolizzate dalle due mani che tengono il cristallo. Il cristallo stesso rappresenta la chiarezza che proviene dalla trascendenza di tutte le dualità. La Voce Interiore può anche essere giocosa, poiché si immerge profondamente nelle emozioni e torna a emergere per librarsi in volo verso il cielo, come fanno i due delfini che danzano nelle acque della vita. Ed essa e connessa con il cosmo attraverso la luna crescente che la incorona, e con la terra, rappresentata dalle foglie verdi del chimono. Nella nostra vita ci sono momenti in cui un numero eccessivo di voci sembra tirarci da una parte e dall’altra. La nostra confusione in simili situazioni e un monito a ricercare il silenzio e a centrarci interiormente. Solo cosi possiamo sentire la nostra verità.

L’esitenza

esistenzaNon esisti semplicemente per caso. Tu servi all’esistenza. Senza di te all’esistenza mancherebbe qualcosa di insostituibile. Ciò ti riempie di dignità: che l’intera esistenza sentirebbe la tua assenza. Le stelle, il sole e la luna, gli alberi e gli uccelli: nella terra, nell’universo, ci si accorgerebbe che un angolino è deserto, e nessuno lo potrebbe colmare, eccezion fatta per te. Ciò ti riempie di tantissima gioia, appagandoti poiché senti di essere in rapporto con l’esistenza, e quest’ultima ha cura di te. Se sarai trasparente e lindo, ti sentirai travolto da un amore senza confini.

Commento: La figura nuda si trova sul loto della perfezione e osserva lo splendore del cielo stellato. Sa che “la sua casa” non si trova in un luogo fisico del mondo esterno, ma è una parte interiore fatta di relax e accettazione di sé. Stelle, pietre, alberi, fiori, pesci e uccelli fanno parte di una grande famiglia che si diverte nella danza della vita. In qualità di uomini tendiamo a dimenticarcene, giacché inseguiamo le nostre sfide e crediamo di dover combattere per raggiungere ciò di cui abbiamo bisogno. In realtà il nostro senso di separatezza e solo un’illusione frutto delle preoccupazioni della mente. Guarda te stesso e conquista la benevola sensazione di sentirti “a casa”, ovunque tu sia: trova il tempo per gustare questa sensazione, falla albergare in te. Se invece la tua sensazione è che il mondo esista solo per scopo di sopraffazione, prenditi il tuo tempo e cammina di notte ammirando la bellezza delle stelle.

Il Matto

Il MattoUn Matto è una persona che persevera nel riporre fiducia; un Matto non smette mai di fidarsi nonostante le esperienze. Lo puoi ingannare, ma lui resta fiducioso; continui ad ingannarlo, ma resta fiducioso nei tuoi confronti; di nuovo lo inganni, e lui non cambia atteggiamento. A quel punto non potrai che asserire che tale persona è matta, non fa tesoro dell’esperienza. La sua fiducia è inconcepibile; la sua fiducia è così genuina che alcuno riesce a corromperla. Sii un matto nell’accezione taoista o Zen. Non tentare di costruire intorno a te un muro di conoscenza. Qualsiasi esperienza ti possa coinvolgere, lascia che ti guidi, e poi continua a lasciarla andare. Continua senza sosta a ripulire la tua mente; continua a perire al passato, in modo da restare nel presente, nell’hic et nunc, come se fossi appena nato, un fanciullo. All’inizio sarà complesso. Il mondo vorrà abusare di te, lascia che succeda. Quelle persone sono miserabili: anche se vieni raggirato e derubato, lascia che accada, poiché ciò che realmente fa parte del tuo vissuto non ti può essere portato via, ciò che è tuo non ti può essere sottratto. E ogni volta che non permetti alle situazioni di alterarti, quella diventa un’integrazione interiore. Il tuo animo sarà più cristallizzato.

Commento: In ogni istante e passo, il Matto si dimentica del passato. Lui porta con sé nient’altro che purezza, innocenza e fiducia, simbolizzate dalle rose bianche che ha in mano. Lo schema del suo abito comprende tutti i colori dei quattro elementi dei tarocchi, per indicare che egli è in armonia con ciò che lo circonda. La sua intuizione funziona al massimo delle sue capacità. Il Matto ha l’appoggio dell’universo per fare un salto nell’ignoto. Nel fiume della vita troverà tante avventure. La carta indica: se hai fiducia nell’intuizione qui e ora, ti fidi della sensazione di ciò che è giusto, non ti sbagli. Le tue azioni possono sembrare “stupide”, per gli altri o finanche a te, se le analizzi con mente razionale. Ma lo zero che il Matto occupa nella numerazione è il numero che “non ha alcun numero”, in cui fiducia e innocenza sono guide: non c’è scetticismo né posto per esperienze passate.

Tarocchi di osho, arcani minori e arcani maggiori

Le origini dei tarocchi risalgono all’antico Egitto. Il primo utilizzo dei tarocchi nel mondo Occidentale risale al periodo medievale. In quell’epoca misteriosa e turbolenta, le figure rappresentate sui tarocchi venivano utilizzate come codice per insegnare nelle scuole dei misteri dell’epoca.  I tarocchi sono stati utilizzati in svariati modi: come strumento di divinazione per predirre il futuro, come via per avvicinarsi a conoscenze occulte, come fonte di potere oltre a mille altri impieghi.

I Tarocchi Zen di Osho non sono un mazzo di tarocchi tradizionali usati come strumento per prevedere il destino e il futuro, ma sono stati sempre considerarti come un gioco trascendente dello Zen, in cui il momento attuale che si vive, viene riflesso nelle carte così da fornire un’immagine precisa e chiara del momento che si vive e del proprio Zen.

I Tarocchi Zen di Osho sono composti da:

Arcani Maggiori:  22 carte  numerate da 0 a XXI che rappresentano i temi archetipi ovvero il centro del viaggio spirituale dell’ uomo, se durante il consulto viene estreatto un arcano maggiore esso rappresenta che le nostre circostanze attuali ci offrono l’occasione di valutare uno tra i temi chiave della nostra vita spirituale di individui.

Arcani Minori: all’interno del mazzo le 56 carte sono divise in quattro sequenze che rappresentano i quattro elementi della vita. Le sequenze sono acqua, fuoco, nuvole, arcobaleno. Gli arcani minori sono stati nominati in base alla nostra opportunità di padroneggiare gli elementi che costituiscono gli arcani minori e rapportate alle carte napoletane la sequenza del fuoco rappresenta il palo bastone, la sequenza dell’acqua rappresenta il palo di coppe, la sequenza nuvole rappresenta il palo spade, l’ultima sequenza quella arcobaleno rappresenta il palo denari

Frasi di Osho

Di seguito la nostra redazione ha voluto riportare delle frasi storiche di Osho, in questa pagina ne saranno pubblicate spesso di nuove e se anche voi lettori volete pubblicarne qualcuna basta che inviate una mail alla redazione.

 

“Tra due parole c’è sempre un intervallo, per quanto piccolo, impercettibile. Altrimenti le parole non potrebbero essere due, ma diventerebbero una. Due parole o due note non potrebbero essere due se non ci fosse un intervallo tra loro. C’è sempre un silenzio, ma bisogna essere davvero consapevoli, e attenti, per sentirlo.”

 

“A tutti noi viene insegnato ad essere colti, non ad essere innocenti o a percepire la meraviglia dell’esistenza; ci vengono insegnati i nomi dei fiori; degli alberi e non come entrare in comunicazione con loro, in sintonia con l’esistenza. L’esistenza è un mistero e non è accessibile a coloro che vogliono sempre analizzare, selezionare, ma solo a coloro che sono disposti ad innamorarsene, a danzare con lei.”

 

“Sii di nuovo un bambino e non fuggirai da te stesso.
Fuggirai in te stesso-questa è la via di chi medita.
L’uomo di mondo fugge da se stesso mentre il ricercatore fugge in se stesso per trovare la sorgente della vita, della consapevolezza.
E quando scopre la sorgente della vita, egli non ha scoperto solo la fonte della propria vita, egli ha scoperto la fonte della vita dell’universo, del cosmo intero.
Un’immensa celebrazione si risveglia in lui.
La vita diviene semplicemente una canzone, una danza, momento dopo momento”

 

“Un campo di meditazione è un luogo dove fermare il nostro coinvolgimento nell’attività quotidiana e creare uno spazio per esplorare il mondo interiore.
“Perché correre affannosamente qua e là senza motivo? Tu sei ciò che l’esistenza vuole che tu sia. Devi solo rilassarti”.


Differenza dei tarocchi di Osho da quelli tradizionali

Il primo utilizzo dei tarocchi in Occidente risale circa all’epoca medievale. Qualche studioso sostiene che il numero delle carte richiama i passi che fece Siddharta ovvero sette davanti a sé e sette indietro in direzione dei quattro punti cardinali e secondo questi movimenti vennero definiti gli Arcani minori; Gli Arcani maggiori invece raffigurano la storia del viaggio spirituale dell’uomo. Nei secoli i tarocchi vennero usati in vario modo: per gioco, come strumento valido di predizione, come fonte di sicurezza e potere occulto.

I Tarocchi Zen di Osho, non sono uguali ad un mazzo tradizionale di tarocchi, nel senso dato solitamente ai tarocchi di prevedere il destino, chi li utilizza deve leggerli da solo perché il significato della carta varia dalla persona che li legge, questi tarocchi hanno il potere di dare la consapevolezza, senza influenze dall’opinione e della ragione altrui

Durante il consulto di cartomanzia, ai Tarocchi di Osho non si deve fare una domanda precisa, ma concentrarsi sull’intero problema, su sé stessi, sulla propria vita, fermarsi a meditare e poi scegliere le carte. La cosa sorprendente è che così facendo questi tarocchi saranno in grado di sorprenderci perché parleranno sempre di noi e  non alla mente, ma al proprio cuore,suggerendoci con un’immagine chiara, la cosa più giusta da fare per sé, questo spiega la forza dello Zen, non dare mai regole univoche, ma mettere in grado la persona di ascoltare la parte profonda e vera di sé stessi. Quella dove si posso trovare tutte le risposte.

Biografia di Osho

Osho Rajneesh chiamato Chandra Mohan Jain è stato un mistico filosofo originario dell’India.  Nacque a Kuchwada  in India Centrale, l’11 dicembre 1931. Da giovane era un convinto ateo marxista, ma nel corso della sua vita mise da parte il suo credo politico. A 21 anni nel 1953 ebbe un’esperienza chiamata “Illuminazione”  e così abbandonò le sue radici e passò la sua vita a voler condividere con tutti gli individui del mondo la sua esperienza, così iniziò a viaggiare attirando diversi seguaci. Negli anni 70 divenne ordinario di filosofia presso l’università di Jabalpur.

Nel 1969 un suo gruppo di seguaci istituì una fondazione per supportare il suo lavoro permettendogli così di lasciare il suo lavoro e dedicarsi esclusivamente alla meditazione.  In questi anni aumentò la diffusione delle sue tecniche di meditazione. Nel 1974 trasferitosi a Pune fondò ashram, un centro spirituale dove intensificò il suo pensiero e suffragò l’idea che dal “silenzio” si genera la consapevolezza del mondo e delle cose.

All’apice del suo successo fu arrestato per violazione delle leggi sull’immigrazione, fu  condannato a dieci anni di reclusione, poi sospesi con la condizionale, e venne espulso dagli Stati Uniti. Osho considerò questa faccenda un complotto contro le sue idee, da parte dei cristiani. Si era rifugiato negli Stati Uniti quando la Comune entrò in contrasto con le autorità locali.

Dopo questa faccenda chiese il visto a molti paesi che puntualmente glielo negavano, tranne l’Italia  dopo molte polemiche. Finalmente ormai vecchio torna in India, a Pune, continua a ricevere persone da tutto il mondo che lo venerano come un Dio. Purtroppo il suo ultimo anno di vita fu’ rattristato dalla morte della sua compagna suicidatasi per motivi sconosciuti. Morì il 19 gennaio del 1990 e il suo corpo venne cremato.